Atena

Atena

 

"Pallade unigenita, augusta prole del grande Zeus, Divina, 
Dea beata, che susciti la guerra, dall'animo forte, indicibile, 
di gran nome, che abiti negli antri, che governi le alture elevate 
dei gioghi montani e i monti ombrosi, 
e rallegri il tuo cuore nelle valli, godi delle armi, 
con le follie sconvolgi le anime dei mortali, 
fanciulla che estenui, dall'animo che incute terrore, 
che hai ucciso la Gorgone, che fuggi i talami, 
madre felicissima delle arti, eccitatrice, 
follia per malvagi, per buoni saggezza; 
sei maschio e femmina, generatrice di guerra, 
astuzia, dalle forme svariate, dracena, invasata, 
splendidamente onorata, distruttrice dei Giganti Flegrei, 
guidatrice di cavalli, Tritogenia, che sciogli dai mali, 
demone apportatore di vittoria, giorno e notte, 
sempre, nelle ore piccole ascolta me che prego, 
dà la Pace molto felice e sazietà e Salute 
nelle stagioni felici Glaucopide, inventrice delle arti, regina molto pregata."